Deutscher Boxer

Il boxer è una razza canina appartenente alla famiglia dei Molossoidi. Affonda le sue radici in Germania dove, intorno al 1870, alcuni cinofili di Monaco di Baviera tentarono l’incrocio tra il Bullenbeisser e l’Old English bulldog. Nel 1895 fu iscritto ai registri genealogici il primo esemplare di boxer di nome Flocki.

Boxer
Classificazione FCI – n. 144
Gruppo2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione2 Molossoidi
Sottosezione2.1 Tipo dogue
Standard n.144 del 13/03/2001
Nome originaleDeutsche Boxer (Boxer Tedesco)
VarietàA – fulvo
B – tigrato
C – bianco
TipoUtilità e difesa, compagnia
OrigineGermania
Altezza al garreseMaschio 57-63 cm
Femmina 53-59 cm
PesoMaschio 30-38 kg ,Peso ideale 33-36kg
Femmina = 24-31 kg ,Peso ideale = 26 – 29 kg

Storia

Il boxer venne selezionato al principio del XX secolo a partire dal Bullenbeisser, il mastino tedesco, tramite l’incrocio della razza teutonica con l’Old English bulldog

Descrizione

Gli esemplari di questa razza hanno un fisico da galoppatore con un’ossatura forte e una muscolatura asciutta, molto sviluppata, che tuttavia non rende il cane tozzo. L’altezza ideale al garrese è di 60 cm per gli esemplari maschi e 56 cm per le femmine, mentre Il peso ideale è di circa 30 kg per i maschi e circa 25 kg per le femmine.

Il pelo è raso, lucido e aderente, e presenta tre diverse colorazioni:

  • fulvo
  • tigrato
  • bianco

I soggetti con bianco diffuso su più di un terzo del mantello venivano considerati fuori standard di razza ma, dal 2005, in Italia l’ENCI li include tra i soggetti con pedigree.

Il muso del boxer è corto e largo, detto pafusso, con il tartufo largo e leggermente all’insù; la mandibola molto potente con la chiusura dei denti prognata (la mandibola sporge rispetto alla mascella ed è leggermente ricurva verso l’alto). Gli occhi dei boxer sono scuri, espressivi e non troppo piccoli o sporgenti, in posizione sub-frontale o quasi sub-frontale, le orecchie sono integre, a triangolo e rivolte in avanti.

Carattere

Sicuro, molto raramente diffidente, di una stabilità caratteriale disarmante, frutto della buona selezione. Una frase può a ragione ben descrivere l’indole giocosa da eterno cucciolone: “Il Boxer muore giocando”, a sottolineare come anche in vecchiaia mantenga un’indole molto positiva. Il Boxer è un cane molto affettuoso, leale, socievole e dolce, particolarmente adatto ai bambini, molto protettivo nei loro confronti; esuberante, gran giocherellone, molto curioso, ha un’inarrestabile gioia di vivere. Ottimo cane da compagnia, coraggioso difensore dei membri della famiglia, si presta bene all’addestramento perché grazie alla sua vivacità, se abbinata a metodi non coercitivi, può ottenere grandi risultati in addestramento sportivo e non. Si dice che il Boxer sia un atleta, ma non un culturista, e questa frase può rendere bene l’immagine di una struttura fisica eccezionale, di grande atleticità senza nel contempo risultare pesante, quindi adatta alla funzione di cane da difesa-compagnia.

Tratto dallo standard ufficiale: Il Boxer deve essere saldo di nervi, consapevole di sé, tranquillo ed equilibrato. Il suo carattere è di massima importanza e richiede una avveduta cura. Il suo attaccamento e la sua fedeltà al suo padrone e a tutta la casa, la sua vigilanza e il suo coraggio quale difensore sono da tempo famosi. È innocuo in famiglia, ma diffidente verso gli estranei, è allegro e cordiale nel gioco ma è impavido in situazioni gravi. Si addestra facilmente grazie alla sua disponibilità alla sottomissione, al suo slancio e coraggio, alla sua naturale tempra e al suo fiuto. Dato che non ha pretese ed è pulito, è piacevole e prezioso sia in famiglia che come difensore, accompagnatore o cane di servizio.

Salute

Come quasi la totalità dei Molossoidi non è una razza longeva: le patologie gravi più frequenti sono di natura cardio-respiratoria, l’insufficienza renale, i tumori. È una delle razze colpite da mielopatia degenerativa, esiste comunque un test del DNA che consente di individuare i soggetti malati e quelli portatori sani.
Razza tradizionalmente amputata, lo standard prevede coda e orecchie integre dal 2001.

Attitudini

Viene utilizzato come cane da difesa, e come tale partecipa alle prove di utilità e difesa (disciplina che adopera i regolamenti Internationale Prüfungs Ordnung detti I.P.O.), compagnia, ausiliario della polizia, cane da ricerca su superficie/macerie per la Croce Rossa Italiana, guida per non vedenti, vi sono, anche, molti esemplari impiegati nelle attività sportive di agility, obedience e mondioring. Ha un normale bisogno di moto, una o due passeggiate al giorno se vive in appartamento, meno se ha a disposizione un giardino. Ha un fortissimo bisogno del contatto, anche fisico, con il suo padrone.

Diffusione

Nel 2016 sono risultati iscritti al libro genealogico dell’ENCI 3610 soggetti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*