Chow Chow

Chow Chow
Classificazione FCI – n° 205
Gruppo5 Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo
Sezione5 spitz asiatici e razze affini,senza prova di lavoro
Standard n.N° 205 / 27.01.2011
OrigineChina
PatronatoGran Bretagna
Nome originaleChow Chow
DeveloppementUSA
UtlizzazioneCane da guardia, compagnia

STORIA

Le origini del Chow Chow sono attribuite alla Cina dove era tenuto come cane da guardia e utilizzato anche per la caccia. Il Chow Chow è conosciuto in Cina da più di 2000 anni ed è affine agli spitz di tipo nordico e contiene anche qualcosa del Mastiff. A causa della politica cinese chiusa al resto del mondo, i Chow Chow cominciarono ad apparire negli altri Paesi solo attorno al 1800. Esso giunse in Inghilterra verso la fine del XVIII secolo e fu pressochè ignorato in Gran Bretagna fino agli anni 20, fino a quando un certo numero di soggetti fu esposto al Cruft’s nel 1925.

ASPETTO GENERALE

Cane attivo, compatto, dal rene corto, soprattutto ben proporzionato, d’aspetto leonino, dal portamento dignitoso e fiero. Ben strutturato.
La coda è portata nettamente sul dorso. Dovrebbe essere sempre in grado di muoversi liberamente e non deve avere pelo tanto abbondante da impedire l’attività o causare disagi a calde temperature. Una lingua nero-bluastra è caratteristica

PROPORZIONI IMPORTANTI

La distanza dal garrese al gomito è uguale alla distanza dal gomito al suolo.

COMPORTAMENTO-CARATTERE

Cane tranquillo, buon guardiano. Indipendente, fedele, ma distaccato

TESTA

REGIONE DEL CRANIO :

    • CRANIO : Piatto e largo
    • STOP : Non pronunciato

REGIONE DEL MUSO :

    • TARTUFO : Grosso e largo, in ogni caso nero, tranne che nei cani crema e in quelli quasi bianchi, per i quali è ammesso il tartufo di colore più chiaro, e in quelli blu e i cerbiatto, per i quali si ammette un tartufo dello stesso colore uniforme di quello del mantello. (ma il nero è preferibile in ogni caso)
    • MUSO : Di lunghezza moderata, largo dagli occhi fino all’estremità (e non appuntito come il muso della volpe). Ben pieno sotto gli occhi
    • LABRRA : Ideale una bocca completamente nera, incluso il palato e le labbra, con la lingua di un nero bluastro. Tuttavia, il colore delle gengive può essere un po’ diluito nei cani blu o cerbiatto, e può essere ancora più slavato nei cani crema e bianchi.
    • MASCELLE/DENTI : I denti sono forti e ben allineati; le mascelle sono forti e presentano una perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con i denti superiori che strettamente si sovrappongono agli inferiori e che sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle.
    • OCCHI : Scuri, ovali, di media grandezza e puliti. Nei cani blu e cerbiatto si ammettono gli occhi del colore del mantello. Occhio netto, esente da entropion, e che non deve mai essere penalizzato per i soli problemi di dimensione.
    • ORECCHI : Piccoli, spessi, leggermente arrotondati all’estremità, portati diritti, rigidi e ben distanziati, che puntano decisamente in avanti al di sopra degli occhi e leggermente convergenti, ciò che dà al cane l’espressione caratteristica di razza, lo “scowl”. Questa espressione non deve mai essere il risultato del rilassamento e delle pieghe della pelle della fronte.

COLLO

Forte, pieno, non corto, ben inserito nelle spalle e leggermente inarcato.
Di lunghezza sufficiente per permettere il portamento orgoglioso della testa al di sopra della linea dorsale

CORPO

Più lungo che alto. La pelle non è troppo sottile, né troppo fermo o troppo largo.

    • DORSO : Corto, orizzontale e forte
    • RENE : Potente
    • TORACE : Largo e ben disceso. Le costole sono ben cerchiate, ma non a botte

CODA

Attaccata alta e portata bene sul dorso

ARTI

ARTI ANTERIORI :

    • SPALLE : Muscolose e oblique
    • GOMITO : Equidistante fra il garrese e il suolo
    • AVAMBRACCIO : Anteriori perfettamente diritti con buona ossatura
    • PIEDI INTERIORI : Piccoli, rotondi, da gatto, che si appoggiano sulle dita

ARTI POSTERIORI :

    • ASPETTO GENERALE : Visto di lato il piede è direttamente sotto l’articolazione dell’anca
    • COSCIA : Ben sviluppata
    • GINOCCHIO : Solo leggermente angolato
    • GAMBA : Ben sviluppata
    • METATARSO : Garretti ben discesi. Dal garretto in giù l’arto è diritto, non si flette mai in avanti
    • PIEDE POSTERIORE : Piccoli, rotondi, da gatto, che si appoggiano sulle dita

ANDATURA

Passo relativamente corto, coi piedi posteriori che non sono levati in alto, e sembra sfiorino il terreno; così che, visto di profilo, il movimento sembra quello di un pendolo. Il suo tipico movimento a passi corti gli permette di spostarsi liberamente, mai goffamente, e con eccellente resistenza. Anteriori e posteriori si muovono in avanti su piani paralleli. I cani dovrebbero essere sempre in grado di muoversi liberamente e bene, senza alcun segno di fatica.

MANTELLO

    • PELO : Il pelo può essere lungo o corto
      1. Pelo lungo : Pelo abbondante, fitto, diritto e scostato, ma non eccessivamente lungo Il pelo di copertura è di tessitura ruvida, con sottopelo morbido e lanoso. Il pelo è particolarmente fitto attorno al collo dove forma una criniera o un collare. Forma pure delle belle “culotte” dietro le cosce
      2. Pelo corto : Abbondante, fitto, diritto; non è piatto, ma si raddrizza. La tessitura è da “peluche” Qualsiasi raccorciamento artificiale del pelo che modifichi la silhouette naturale o l’espressione del chow-chow sarà penalizzata, ad eccezione dei piedi che possono essere “regolati”
    • COLORE : Mantello monocolore nero, rosso, blu, cerbiatto, crema o bianco molto spesso sfumati ma non pezzati o pluricolori (la parte inferiore della coda e la regione posteriore delle cosce sono frequentemente più chiare).

TAGLIA E PESO

ALTEZZA AL GARRESE :

    • Maschi                   da 48 a 56 cm
    • Femmine               da 46 a 51 cm

DIFETTI

Qualsiasi deviazione da quanto sopra va considerato come difetto, che dovrà essere penalizzato secondo la sua gravità e gli effetti sulla salute e il benessere del cane e sulla capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro

DIFETTI ELIMINATORI

    • Cane aggressivo o eccessivamente timido
    • Qualsiasi cane che dimostri chiaramente delle anormalità d’ordine fisico o comportamentale, sarà squalificato.

N.B. :

    • I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*