FRANCAIS BLANC E NOIR

FRANCAIS BLANC E NOIR
Classificazione FCI – n° 220
Gruppo6 – Segugi, Cani per pista di sangue e razze affini
Sezione1.1 – Segugi di taglia grande,con prova di lavoro
Standard n.N° 220 / 12.01.2009
OrigineFrancia
Nome originaleFRANCAIS BLANC E NOIR
UtlizzazioneCane da muta per grossa selvaggina

STORIA

Il Francese Bianco e Nero proviene dal Saintonge di cui non si conosce l’origine con certezza; se non ha alcun rapporto col cane di Saint Hubert, ha probabilmente un’ascendenza lontana con i famosi cani bianchi, i “Greffiers” del XVI° secolo. Comparso nella seconda metà del XIX° secolo, il tipo attuale ha subito poi anche l’influenza dell’immissione del Poitevin e del Gascon-saintongeois. Gli si diede uno standard nel 1957. La razza ora conta un numero di circa duemila cani; le nascite sono da 300 a 400 soggetti l’anno. Il testo del 2007 era stato redatto da M. Pierre Astié, presidente del “Club du “chien d’ordre” e dal suo Consiglio, con la collaborazione di M. Taymond Triquet

COMPORTAMENTO-CARATTERE

Questi cani sono molto apprezzati in molti equipaggi per la caccia al cervo per le loro qualità: finezza di olfatto, diligenza, serietà e voce. È un cane amichevole, attaccato all’uomo, facile da gestire nel canile.

PROPORZIONI IMPORTANTI

  • Muso piuttosto lungo se raffrontato al cranio
  • Lunghezza del corpo dalla punta della spalla alla punta della natica uguale all’altezza al garrese

ASPETTO GENERALE

Grande “chien d’ordre”, distinto, e di costruzione armoniosa

Testa

Piuttosto lunga, in armonia con l’insieme del corpo, senza mai essere pesante o ordinaria, ma espressiva e ben portata.

Regione del cranio

    • Cranio : Leggermente bombato, piuttosto stretto senza esagerazione. Occipite apparente non in modo eccessivo, ma sufficiente perché il cranio
      non abbia un aspetto troppo piatto. L’arcata sopraccigliare può essere leggermente prominente
    • Stop : Leggermente pronunciato

Regione del muso

    • Tartufo : Nero; narici ben aperte
    • Muso : Piuttosto lungo se rapportato al cranio; la canna nasale può essere leggermente montonina
    • Labbra : Presentano una leggera quadratura; il labbro superiore arriva a ricoprire esattamente l’inferiore
    • Guance : Pulite, senza zigomi sporgenti
    • Occhi : Scuri; sguardo intelligente e fiducioso
    • Orecchi : Attaccati all’altezza della linea dell’occhio, leggermente rigirati. Se tirati in avanti, arrivano almeno alla base del tartufo.

Collo

Abbastanza lungo e forte, con talvolta una leggera traccia di giogaia

Corpo

    • Dorso : Piuttosto lungo ma ben sostenuto
    • Rene : Muscoloso e ben inserito
    • Groppa : Leggermente inclinata
    • Torace : Esteso più in altezza che in larghezza, arriva almeno alla punta dei gomiti. Costole lunghe e più piatte che rotonde.
    • Ventre : Leggermente retratto.

Coda

Abbastanza grossa all’attaccatura, portata abbastanza alta

Arti

Arti anteriori

    • Aspetto generale : Paralleli all’asse mediano del corpo, forti e piuttosto piatti
    • Spalle : Lunghe, asciutte e oblique
    • Gomiti : Ben aderenti
    • Avambraccio : Diritto
    • Metacarpi : Inclinati molto leggermente se visti di lato
    • Piedi interiori : Piuttosto allungati, asciutti e resistenti

Arti posteriori

    • Aspetto generale : Visti da dietro, paralleli
    • Coscie : Lunghe e sufficientemente muscolose
    • Garretti : Ben discesi, larghi, potenti e leggermente angolati
    • Piedi posteriori : Piuttosto allungati, asciutti e resistenti

Andatura

Sciolta. Andatura preferita: galoppo agile e allungato

Pelle

Bianca sotto il pelo bianco, nera sotto il pelo nero, con talvolta delle macchie al ventre e alla zona interna delle cosce di colore blu più o meno scuro.

Mantanello

    • Pelo : Raso, abbastanza forte e fitto
    • Colore : Mantello obbligatoriamente bianco e nero, con gualdrappa o macchie nere più o meno estese, con eventuali moschettature nere o bluastre, o anche piccole macchie fuoco, ma queste ultime solo sugli arti. Una focatura pallida sopra ognuno degli occhi, come pure focature pallide alle guance, sotto gli occhi, sotto gli orecchi e all’attaccatura della coda. E’ frequente trovare il “marchio di capriolo” alla coscia

Taglia e peso

Altezza al garrese

    • Maschi                    da 65 a 72 cm
    • Femmine              da 62 a 68 cm
    • Tolleranza di ± 1 cm.

DIFETTI

Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto che verrà penalizzato a seconda della sua gravità, e delle conseguenze sulla salute e il benessere del cane

Difetti gravi

  • Qualsiasi traccia di sangue inglese sulla testa (cranio troppo voluminoso, muso corto e insufficientemente quadrato all’estremità, se visto di lato)
  • Depigmentazione importante al tartufo
  • Enognatismo o prognatismo
  • Occhi troppo chiari
  • Orecchi corti e piatti
  • Eccesso di giogaia
  • Color nero sulle guance che si prolunga fino alle labbra

Difetti eliminatori

  • Cane aggressivo o pauroso
  • Arti fragili
  • Grave difetto di appiombo
  • Piedi rotondi
  • Mantello tricolore

Qualsiasi soggetto che presenti in maniera evidente delle anomalie d’ordine fisico o comportamentale sarà squalifcato.

N.B.

    • I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*